Cura dei capelli e recensioni · Parentesi Bio

SpirOlì crema|Quando l’olio d’oliva incontra un alga riccia

Buongiorno e ben trovati sul blog! Oggi parliamo del primo prodotto leave-in contenente spirulina che io da brava dipendente da impacchi con questa alga da anni non potevo non avere. Era la fine del 2017 quando Parentesi bio ha sfornato il mio prodotto della vita che uso da allora e gira e rigira ricompro sempre!

Ma prima due parole sulla spirulina e su come ho scoperto che fosse eccezionale per i capelli, sopratutto ricci. E’ un alga azzurra che prolifera nelle acque salmastre, il nome deriva dalla sua forma a spirale( che ricorda tanto i nostri ricci!), di colore verde scuro e odora di pesce. E’ un ingrediente ricco di proteine e vitamine, ottimo come integratore e già conosciuto in epoca Romana. Io ho conosciuto la spirulina nel 2016 quando ho scoperto di avere dei problemi di colesterolo, mi venne consigliato di assumerla per regolarizzarlo ma dopo qualche prova con la polvere mi arresi perché il sapore era tremendo, di pesce e non riuscì ad assumerla per più di una settimana. A quel punto quella polvere era li che mi guardava e mi venne in mente di provare a farci un impacco capelli, male non avrebbe fatto!Con mio enorme stupore i capelli ogni volta uscivano bellissimi, definiti, morbidi, lucidi e elastici. Da allora ho iniziato a suggerire a tutte le ricce che conoscevo di usarla!

SpirOlì: che cos’è?

SpirOlì(io uso la versione crema) è un prodotto cremoso e molto profumato; sa di dolce, di cocco, di monoi, di estate. Tra gli ingredienti principali troviamo:

spirolì - styling - parentesibio - crema - capelli
  • Katira: condizionante e idratante
  • Banana: ristrutturante
  • Spirulina: ristrutturante, disciplinante e aiuta la definizione
  • Olio di oliva: nutriente ed elasticizzante

Oltre a questi troviamo anche pappa reale, carota, burro di karitè e vari oli. E’ un prodotto che racchiudiamo tra quelli nutrienti ovviamente e bisogna cercare la quadra e capire come usarlo.

Come usare Spirolí?

Prima cosa, non esagerate con le dosi! Partite con poco prodotto, applicatela sui capelli bagnati e fate scrunch. Se vedete che a metà asciugatura non avete ancora la definizione e il volume che desiderate applicate altro prodotto. Andate per gradi. Se usandola così liscia risulta pesante anche usandone poca vi svelo un trucchetto: diluite una nocina di prodotto con acqua tiepida, lavoratela con le mani e applicatela. Potete anche usare uno spruzzino e mettere una nocina di prodotto e acqua, agitate e vaporizzate sui capelli( al mare è utilissima per contrastare la secchezza). Se ancora non va bene così usatela come balsamo capelli, ma senza risciacquare del tutto, in modo da non appesantire. Se anche così è troppo pesante usatela come impacco pre-shampoo. A questo punto se neanche così vi va bene usatela come crema corpo,come crema mani o crema per talloni secchi, come crema nelle screpolature( io la amo d’inverno sotto il naso, che mi si screpola da quanto soffio) o come burro struccante!O datela al vostro compagno come balsamo post-rasatura. Insomma, troviamo un uso alternativo perché i prodotti non si sprecano mai.

Spirolí è un prodotto per capelli ricci?

Assolutamente no! Al contrario di quello che si pensa, i prodotti di Parentesi bio sono tutti usabili sia dalle ricce sia dalle lisce tranne la versione mousse di SpirOlí che invece è consigliabile alle mosse e alle ricce perché aiuta il sostegno ma è molto leggera quindi ai capelli lisci non farebbe granché. La crema invece aiuta molto a disciplinare anche i capelli lisci, a renderli lucidi e senza crespo. Quindi basta pensare che Parentesi Bio è solo per ricce, perché ci perdete voi eh!

Io come la uso?

Ho i capelli fini e secchi, molto ricci. Ne uso una noce, metto qualche goccia di acqua lavoro bene tra le mani e con la tecnica fitagem la distribuisco ciocca per ciocca. Prima di Spirolì applico un gel ( Urca sempre Parentesi bio o Gel shine Bio’s) . Metto il turbante, aspetto una decina di minuti e asciugo, se a metà-fine asciugatura ho ancora bisogno di prodotto ne prendo una nocciolina e la diluisco con abbastanza acqua e applico. A questo punto finisco l’asciugatura e a testa in giù smuovo le radici e sono apposto!

Spero che questo mio riassunto di quasi tre anni di sperimentazione di Spirolì vi sia di aiuto, nel caso aveste ancora dubbi chiedete pure qua o su IG( _ilaryp_ )

Un abbraccio, Ilaria!

7 pensieri riguardo “SpirOlì crema|Quando l’olio d’oliva incontra un alga riccia

  1. Ottimi consigli Ila, davvero un prodotto eccezionale, lo amo sia come balsamo senza risciacquare del tutto come dici o sulle lunghezze in combo con gel mousse per regalare un mosso boccoloso ti abbraccio

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...